Caffè Orlando

Caffè turco, o Cevze

Il caffè turco è il metodo di estrazione meno articolato, ma nasconde delle insidie, sia nella preparazione, sia quando lo si beve.
La sua preparazione avviene nel cezve, tipico bricco in rame o ottone.
Si versa in tazze strette e basse senza filtrarlo.
Secondo i mediorientali, attraverso la forma della polvere del caffè depositata sul fondo della tazzina si può predire il futuro.

Come si prepara il caffè turco

Si versa nel cevze un cucchiaio di caffè macinato per ogni tazzina. Se lo si prende zuccherato, versare anche lo zucchero a piacimento e agitare leggermente il cevze per mescolare il caffè con lo zucchero.

Versare quindi nel cezve la quantità d’acqua che una tazzina può contenere, circa 50ml.
Si creerà una sorta di schiuma in cime al cezve, la quale si dissolve mescolando bene il composto. Questa è un’operazione importante da fare prima di mettere sulla fonte di calore, perché determinerà l’estrazione completa e omogenea di tutto il caffè macinato.
Una volta fatto questo, il cezve è pronto per essere messo a bollire.

La fonte di calore deve essere bassa. In cime si creerà di nuovo una sorta di schiuma. Quando questo avviene, si distribuisce equamente con un cucchiaio nelle tazzine  questa schiuma. Dopodiché si versa lentamente la parte più liquida rimasta nel cezve, così da non rovinare la schiuma precedentemente versata.

Un piccolo accorgimento: tradizionalmente la schiuma è molto importante. Quindi tutto quel che vogliamo aggiungere alla bevanda al caffè, va aggiunto prima di versare la schiuma, così da non rovinarla per mescolare gli altri ingredienti.

Il caffè turco può essere molto forte ed intenso, per questo insieme alla tazzina si serve sempre anche un bicchiere d’acqua, così da poterlo eventualmente diluire, o bere per addolcire il palato.

Other Languages »
Apri chat
1
Contattaci!
Ciao!
come possiamo aiutarti?